2018, Lunedì, 24 Settembre
   
Benabe

Caro lettore, in questo 2018 con te vorrei impegnarmi in qualcosa di più personale … Sai perché? Mentre un tempo mi firmavo “L’Ex” e dopo “Il Koko”, ora, volente o nolente, mi segno con l’augurio che il vecchio dei panettoni Balocco ripete alla TV: “Fate i buoni”! E lo dico a me innanzi tutto.

VOGLIAMOCI BENE, da cristiani credibili! E sapete che i cristiani credibili sono coloro che mostrano di essere cristiani con la loro vita ... sempre nell’”AMORE RECIPROCO”.


...continua>>

  Liturgia del giorno >>>

Lunedì della XXV settimana del Tempo Ordinario

Pr 3,27-34 Sal 14 Lc 8,16-18: La lampada si pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.

Contatti - info@benabe.org

Clicca qui!
BLOG dell´Ex
DIO: è una METAFORA!

Il BLOG di "BENABE" è aperto a tutti, per aiutare reciprocamente a tendere a quel SOLO che da sempre ci aspetta per "perderci" in Lui.
MISERICORDIOSI COME IL PADRE
Le parole del Papa
NEW UDIENZA GENERALE

Piazza San Pietro, Mercoledì 19 Settembre 2018

NEW ANGELUS

Piazza San Pietro, Domenica 16 Settembre 2018
Letture e meditazioni
L´ultima lettera del papa: un appello al coinvolgimento ecclesiale

Breve commento alla lettera di Papa Francesco sulla pedofilia.

MEDITAZIONE MATTUTINA NELLA CAPPELLA DELLA DOMUS SANCTAE MARTHAE

La verità sta in silenzio
Cronaca Bianca
Vangelo vissuto

Cuore di madre

Allegati

Operazione metro quadro

Quando Dio interviene

Vangelo vissuto

Questa rubrica è stata aperta per dare spazio a fatti positivi, raccolti qua e là in tutto il mondo. Sta al lettore lasciarsi interpellare e capire che non esiste "caso" vero che non mostri l´intervento di Dio.
A tutto campo
Papa Francesco: "Io ho trovato tanta fede, in Irlanda"

26 Agosto 2018

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE IN IRLANDA PER IL IX INCONTRO MONDIALE DELLE FAMIGLIE (25-26 AGOSTO 2018)

FESTA DELLE FAMIGLIE

Dare speranza al Mondo

Si è concluso il Genfest 2018 a Manila. I 6.000 giovani lanciano il progetto "Pathways for a United World": percorsi per costruire rapporti di fraternità.
A tu per tu
Pensieri

Allegati

Maria non si prega, ma si imita …

… o meglio, si prega meditando quello che si dice, e così facendo si "impara" ad imitarla.
Pensieri del Gufo
PENSIERI DEL GUFO

Su una vecchia quercia stava un vecchio Gufo, più taceva e più sapeva, più sapeva e più taceva...
Testimoni del nostro tempo
Nazarena, l'ultima reclusa

Dal blog di Fabio Ciardi

Don Silvano Cola

Con Chiara Lubich, iniziatore del movimento sacerdotale dei Focolari (22 gennaio 1928 - 17 febbraio 2007)
I Cappuccini
NEW UDIENZA DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CAPITOLO GENERALE DELL'ORDINE DEI FRATI MINORI CAPPUCCINI

Sala Clementina, Venerdì, 14 settembre 2018

Frati Minori Cappuccini, il nuovo Ministro Generale è padre Roberto Genuin, per molti anni a Venezia e a Mestre

3 settembre 2018
Africa di ieri e di oggi
Quel gesto d´amore mi ha salvato

Dal Genfest la testimonianza di Jean Paul del Burundi e Egide del Ruanda.

Allegati

Centrafrica. Attacco contro chiesa cattolica: 16 morti a Bangui. Ucciso anche un prete

Bangui, «condanna senza mezzi termini» per l´attentato. Il cardinale arcivescovo Dieudonné Nzapalainga lancia un appello al governo e alle forze Onu: «Sia fatta luce sull´accaduto». L´invito: «Alziamoci in piedi per evitare di autodistruggerci»
Home - Cerca  
Messaggio Cristiano

Vale di più chi ama di più

«Il Figlio dell’uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà». Essi però non capivano queste parole e avevano timore di interrogarlo.

Giunsero a Cafàrnao. Quando fu in casa, chiese loro: «Di che cosa stavate discutendo per la strada?». Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse più grande. (Mc 9, 30-37)

 

Quale contrasto tra le tue parole e quelle dei Dodici. Due mondi lontani l’uno dall’altro, due logiche diversissime.

 

Tu parli di servizio fino alla donazione totale, fino alla morte; essi di potere e di primato.

 

Tu doni la vita, la perdi per noi, unica via di risurrezione; essi vogliono possederla e ricevere stima.

 

Tu annunci l’incomprensione a cui seguirà il disprezzo, l’ignominia; essi sognano prestigio e onori.

 

Sembra impossibile che proprio quello stesso pomeriggio, subito dopo il tuo annuncio di morte, abbiano preso a parlare di gerarchie e di precedenze. Forse è stato l’evangelista ad accostare volutamente questi due momenti antitetici, storicamente distanti tra loro, per metterne in risalto il contrasto. O forse è accaduto proprio così…

 

Non capita a volte anche a noi di vivere una sorta di schizofrenia? Ascoltiamo parole di luce che ci innalzano fino al cielo e il cuore è subito in festa; ma un minuto dopo l’incoerenza del peccato o la semplice dissipazione ci sprofonda in basso. Ci lasciamo trascinare dall’entusiasmo per i progetti del Regno, sogniamo una vita tutta di dedizione, e subito ci lasciamo riassorbire dall’egoismo. Quanto siamo fragili e incostanti…

 

I Dodici avevano difficoltà a comprendere la tua logica divina, ma nello stesso tempo avevano paura ad andare in profondità, non volevano capire: intuivano la portata delle tue parole e non volevano essere coinvolti in un’avventura troppo esigente come la tua.

 

Non è anche questa la nostra paura? Prendiamo discretamente le distanze per non rischiare sul serio la nostra vita, per non entrare fino in fondo nel tuo mistero, sapendo che esso domanda tutto. Quanto siamo deboli e peccatori…

 

Proprio per questo sei venuto. Con pazienza infinita ti siedi e ci chiami accanto a te per riprendere l’insegnamento: «Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti».

 

Nella tua comunità, nella società nuova che stai costruendo, non ci sono più giochi di potere, interessi personali, ricerche di prestigio, ambizioni di carriera, corse e soprusi per arrivare in alto. I valori sono invertiti. Conta chi non ha diritti, come era allora per i bambini; per questo prendi un bambino e lo poni a modello. Conta ciò che non conta nulla. È più in alto chi più si pone in donazione. Viene in luce chi mette in luce gli altri. È primo chi fa passare l’altro per primo. Vale di più chi ama di più.

 

Questa la via che tu hai insegnato e praticato. Questa quella che vogliamo percorrere con te.

 

Fabio Ciardi
 

Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni