2018, Mercoledì, 18 Luglio
   
Benabe

Caro lettore, in questo 2018 con te vorrei impegnarmi in qualcosa di più personale … Sai perché? Mentre un tempo mi firmavo “L’Ex” e dopo “Il Koko”, ora, volente o nolente, mi segno con l’augurio che il vecchio dei panettoni Balocco ripete alla TV: “Fate i buoni”! E lo dico a me innanzi tutto.

VOGLIAMOCI BENE, da cristiani credibili! E sapete che i cristiani credibili sono coloro che mostrano di essere cristiani con la loro vita ... sempre nell’”AMORE RECIPROCO”.


...continua>>

  Liturgia del giorno >>>

Mercoledì della XV settimana del Tempo Ordinario

Is 10,5-7.13-16 Sal 93 Mt 11,25-27: Hai nascosto queste cose ai sapienti e le hai rivelate ai piccoli.

Contatti - info@benabe.org

Clicca qui!
BLOG dell´Ex
NEW Fate tutto quello che vi dirà!

Il BLOG di "BENABE" è aperto a tutti, per aiutare reciprocamente a tendere a quel SOLO che da sempre ci aspetta per "perderci" in Lui.
MISERICORDIOSI COME IL PADRE
Le parole del Papa
NEW ANGELUS

Piazza San Pietro, Domenica 15 Luglio 2018

CONCISTORO ORDINARIO PUBBLICO PER LA CREAZIONE DI NUOVI CARDINALI

Basilica Vaticana, Giovedì, 28 giugno 2018
Letture e meditazioni
NEW Parola di vita – Luglio 2018

"Ti basta la mia grazia; la forza infatti si manifesta pienamente nella debolezza" (2 Cor 12,9).

MEDITAZIONE MATTUTINA NELLA CAPPELLA DELLA DOMUS SANCTAE MARTHAE

Come il fiore di mandorlo
Cronaca Bianca
Quando Dio interviene

Vangelo vissuto

Questa rubrica è stata aperta per dare spazio a fatti positivi, raccolti qua e là in tutto il mondo. Sta al lettore lasciarsi interpellare e capire che non esiste "caso" vero che non mostri l´intervento di Dio.

Siria. Generare la Speranza (per crescere) al dopo-scuola di Homs

A GENOVA: "COMUNITA´ INSIEME"

Domenica 22 aprile
A tutto campo
Migranti. Papa Francesco: solidarietà e misericordia le uniche risposte sensate

A 5 anni dalla visita a Lampedusa il Papa ricorda le vittime dei naufragi. Dio ha bisogno nelle nostre mani per soccorrere e della nostra voce per denunciare le ingiustizie commesse nel silenzio

Allegati

AI PARTECIPANTI ALL'ASSEMBLEA GENERALE DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA PER LA VITA

Sala Clementina, Lunedì, 25 giugno 2018

PELLEGRINAGGIO ECUMENICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO A GINEVRA IN OCCASIONE DEL 70° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DEL CONSIGLIO ECUMENICO DELLE CHIESE

CONFERENZA STAMPA DURANTE IL VOLO DI RITORNO DA GINEVRA
A tu per tu
Pensieri

Allegati

Maria non si prega, ma si imita …

… o meglio, si prega meditando quello che si dice, e così facendo si "impara" ad imitarla.
Pensieri del Gufo
PENSIERI DEL GUFO

Su una vecchia quercia stava un vecchio Gufo, più taceva e più sapeva, più sapeva e più taceva...
Testimoni del nostro tempo
Don Silvano Cola

Con Chiara Lubich, iniziatore del movimento sacerdotale dei Focolari (22 gennaio 1928 - 17 febbraio 2007)

VISITA PASTORALE DEL SANTO PADRE FRANCESCO AD ALESSANO (LECCE), E A MOLFETTA (BARI)

Venerdì, 20 aprile 2018
I Cappuccini
Veglia di preghiera alla Porziuncola in preparazione alle ordinazioni sacerdotali di sei frati

Basilica di Santa Maria degli Angeli - Assisi

Vita del Convento di Savona - Quiliano

Mercoledì 13 Giugno

Allegati
Africa di ieri e di oggi
Centrafrica. Attacco contro chiesa cattolica: 16 morti a Bangui. Ucciso anche un prete

Bangui, «condanna senza mezzi termini» per l´attentato. Il cardinale arcivescovo Dieudonné Nzapalainga lancia un appello al governo e alle forze Onu: «Sia fatta luce sull´accaduto». L´invito: «Alziamoci in piedi per evitare di autodistruggerci»

Vescovo nuovo a BOUAR!

Dal sito della diocesi https://www.diocesebouar.com
Home - Cerca  
Messaggio Cristiano

Forti della tua presenza

 
 

 

In quel tempo, Gesù chiamò a sé i Dodici e prese a mandarli a due a due… (Mc 6, 7-13).

 

Non sei più solo, Gesù, hai altri con cui condividere la tua missione. Li hai chiamati perché stessero stabilmente con te e, nello stesso tempo, per mandarli.

Quando creasti i Dodici quello stare e quell’andare sembravano una contraddizione.

 

Come potevano rimanere con te e insieme allontanarsi da te per annunciare la buona novella? Oggi è chiaro, li mandi a due a due perché bastano due persone perché tu sia con loro: «Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro» (cf. Mt 18, 20). Quando i due partono non si allontanano da te, ma ti portano con loro e hanno il tuo stesso potere. La tua presenza li rende sicuri e forti.

 

Per questo non hanno bisogno di niente per il compimento della loro missione. Se hanno te e la tua forza, di cosa altro hanno bisogno? Non debbono riporre la fiducia in strumenti potenti, in apparati organizzativi, ma soltanto in te. David, prima di andare contro Golia, si tolse l’armatura pesante che Saul gli aveva messo indosso, e incontrando il Filisteo proclamò: «Io vengo a te nel nome del Signore degli eserciti» (1 Sam 17, 45). Gedeone dovette sbarazzarsi del forte esercito di più di 20.000 uomini fino a ridurli a 300, altrimenti si poteva pensare che la vittoria sarebbe stata dell’esercito numeroso e non di Dio.

 

La missione dei Dodici continua la tua, e tu non sei venuto con schiere di angeli, ma nell’umiltà e nella povertà della condizione umana. Anche per i Dodici nessuna attrezzatura sofisticata o potenti supporti finanziari. «Il nostro aiuto è nel nome del Signore che ha fatto cielo e terra», potevano ripetere con il Salmo 124. Erano uniti nel tuo nome, ti avevano tra di loro.

 

Erano necessari il bastone e i sandali, perché avrebbero dovuto percorrere tanta strada, andare a tutte le genti e continuare a camminare lungo i secoli, per preparare la tua ultima venuta alla fine dei tempi.

 

Quel mandato adesso lo rimetti nelle nostre mani. Ci chiami e ci invii tutti, senza distinzione, come tuoi missionari, rendendoci partecipi della missione che il Padre ti ha affidato. Anche noi dobbiamo sconfiggere il male, prenderci cura degli ammalati, dei poveri, degli ultimi, invitare alla conversione, indirizzare verso di te, convergere verso il Regno dei cieli. Anche a noi “comandi” – il tuo non è un semplice invito, un suggerimento, ma un ordine – di non affidarci a strutture operative potenti come fanno le imprese e le grandi organizzazioni per imporre il proprio mercato.

 

Per compiere la “tua” missione, abbiamo bisogno di te, che sia tu a compierla. Per questo mandi anche noi «a due a due», perché solo così sarai in mezzo a noi e, ovunque andremo, ti porteremo con noi e lasceremo che sia tu a parlare e a operare. Da questo sapranno che siamo tuoi discepoli, se avremo amore tra di noi (cf. Gv 13, 35).

 

Fabio Ciardi

 

 


Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni